Case di Algeri

Assistenza alle case di Algeri Tementafust y Bir Jadem
L’assistenza sanitaria nei campi profughi è garantita da pochi medici locali, una commissione cubana, che non sempre copre tutte le patologie, da medici algerini a cui i saharawi si rivolgono a Tindouf e da commissioni mediche europee che coprono durante l’anno, quasi tutte le patologie e le varie necessità. Esistono commissioni di oculistica, urologia, chirurgia, neurologia, pediatria, endocrinologia, medicina, traumatologia…..
La popolazione saharawi ha a sua disposizione un ospedale in ogni wilaya, dove si può trovare, una sala parto e un piccolo pronto soccorso e, con un medico di guardia che può fare una prima diagnosi e di conseguenza indirizzare a: Rabuni o a Tindouf o nel caso di lieve malore ricoverare in osservazione nell’ospedale stesso.
A Rabuni esiste l’ospedale Nazionale, dove sono presenti differenti reparti, pediatria, medicina, ginecologia, e complesso operatorio. A Bolla è presente l’altro ospedale, nato come militare ma ora destinato a tutta la
popolazione (questo prima della ripresa delle ostilità) ma solo utilizzato da commissioni estere.
L’ospedale di Tindouf è comunque sempre a disposizione della popolazione Saharawi, pur con limiti e coi pochi mezzi a disposizione. Quando questi mezzi a disposizione non bastano a risolvere un caso sanitario,
l’amministrazione saharawi, attraverso gli uffici di evacuazione, organizza lo spostamento del malato ad Algeri, o all’estero, quando la patologia non trova risposte in Algeria.
La popolazione saharawi ha a disposizione ad Algeri, due case di accoglienza per il soggiorno durante le cure necessarie.
Le case sono gestiste da personale saharawi responsabile della logistica e da un responsabile sanitario. Il progetto, partecipato da più associazioni tra le quali la nostra e coordinato da Amal ( Asociación de Amigos del Pueblo Saharaui de Santurtzi , si prefigge di integrare gli aiuti che il governo saharawi invia per il funzionamento, la gestione degli stipendi del personale, la manutenzione, e la gestione degli alimenti e altro per i fruitori delle case.
Oltre alla gestione del quotidiano, vitto e servizi, l’aspetto fondamentale è comunque legato alla parte sanitaria, motivo dell’accoglienza nelle case. Il progetto di preoccupa dell’acquisto e della gestione dei farmaci.

Al seguente LINK troverete il documento del progetto con il dettaglio dei costi e delle necessità.
Partner:

Asc Hausa (Comarca de Valdepeñas. Ciudad Real)
Fundación Reparto Solidario (Bizkaia)
Taller d´Art Cultura i Creació. TACC (Barcelona)
Asc Barakaldo con el Sahara “Salam” (Bizkaia)
RASD Bizkaia. (Bilbao. Bizkaia)
Rio de Oro (Italia)

1514 Oltre il Muro (Italia)

 

Ecco la casa!