Diario Accoglienza 2018 – 1 agosto – settimo giorno

Mare.
Il valore di questa parola per voi occidentali è relativo.
Il mare per noi è la vita, i sogni, la meta. Il nostro mare ce lo hanno rubato. E’ un oceano il nostro mare e come sia fatto ce lo hanno raccontato i nostri nonni. Molti di noi, prima di oggi, una distesa di acqua così grande non l’avevano mai vista. Siamo rimasti a bocca aperta.
In silenzio.
Poi ci siamo entrati. Acqua verde. Sottomarina. Spiagge larghe. La sabbia non è fine come la nostra. E’ più grigia. Voi occidentali piantate per terra dei grandi ombrelli per ripararvi dal sole. Che strano…La gente sta distesa sotto il sole. Che strano. Gli adulti dopo due ore di bagno vogliono che si esca dall’acqua. Che strano. Noi nell’acqua ci staremmo tutto il giorno.
Siamo tornati a casa con il sale sul corpo il mare negli occhi e l’acqua nell’anima.
Le parole lasciamole a facebook, il resto lo sogneremo stanotte.

Comments

comments